RIARMO MONDO DI SOTTO 07-09-2019

Luogo: Abisso Nuevavida
Attività: Riarmo Mondo di sotto
Partecipanti: Ottavia, Aldo, Claudio, Luca

Causa ferie della forneria si fa colazione da Minuscoli quindi consueto ritiro materiali dal nostro efficientissimo magazziniere e si sale in valle a bordo del minivan di Aldo.
Siamo in quattro e bisogna compattare i materiale che intendiamo portare giù.

Ognuno riceve il suo bel sacco e si scende speditamente fino al limite del riarmo precedente, la base del pozzo dell’infinito, raggiungendo quello che a suo tempo fu chiamato il mondo di sotto.
Per i miei tre compagni di avventura si tratta della loro prima discesa in questo pozzo di 170m di dislivello.

I commenti di apprezzamento si sprecano.
Decidiamo come organizzare il lavoro: io e Aldo ci occuperemo del riarmo e dietro di noi Ottavia e Luca smonteranno l’armo vecchio che ormai sta li dal 2011.

Ottavia si fa carico anche del sacco tenda.

Da questo punto si susseguono una serie piccole verticali intervallate da brevi meandri che ci impegnano non poco per il riarmo.

La conformazione degli ambienti richiede numerosi ancoraggi ma Aldo tranquillamente procede fino all’esaurimento dei materiali.
Siamo giunti alla base di un pozzo da 20m immediatamente prima un un’altra verticale di altezza equivalente a circa 350m di profondità.

Qui abbiamo lasciato il sacco con le due tende destinate al campo
base insieme al poco materiale avanzato, sei placchette fixate del 10.
Mancano ancora 100m di dislivello e 250 metri di spostamento in pianta prima di raggiungere le gallerie istituzionali dove installeremo il campo.
In uscita Aldo non pago a raccolto tutte le corde disarmate componendo un sacco di peso ragguardevole.
Mi chiedo dove piglia tutta quella energia…
Durante il ritorno sul pozzo dell’infinito ho sistemato un traversino dove la corda strisciava.

Ho doppiato la corda e aggiunto un frazionamento supplementare.

Il martello era rimasto ad Aldo che ormai stava molto avanti per cui non sono riuscito ad infiggere totalmente il fix che è rimasto sporgente.

Il primo che tornerà giù le tenga presente e provveda a completare il lavoro.
Un complimento anche ad Andrea che affrontava per la prima volta un’uscita oltre i 150m senza battere ciglio.
Consueta pizzata finale.

NUEVA VIDA 07-09-2019 2
NUEVA VIDA 07-09-2019

RISALITA SALA DELLE CINQUE VIE NUEVA VIDA 07-09-2019

POZZO DELL’INFINITO NUEVA VIDA 07-09-2019